Cerca
martedì 21 novembre 2017 ..:: Tocca Ringrazià Ziu ::..   Login
     
   
 
     
     
 
manifesto debutto Lu Lozzu
 
 
     
     
 

Tocca Ringrazià Ziu

Commedia in due atti di Gianfrancesco Marignoli

 

La commedia si svolge a Spoleto, nella casa di Oreste Paperella dipendente comunale, nel periodo compreso tra il 1940 ed il 1945. La famiglia Paperella è composta dal capo di casa Oreste... bèh capo... così si usa dire, dalla moglie Luciana, dalla suocera Margherita "che ama la Patria ed è pronta a morire per il Duce" e da tre figli. Era iniziata la seconda guerra mondiale e gli italiani al fianco degli alleati tedeschi, che avevano occupato mezza Europa, si sentivano forti e sicuri, ma non tutti, perchè c'erano alcuni, come Oreste Paperella, che "la camicia nera non se la sarebbero messa mai e poi mai".

Questa simpaticissima commedia in vernacolo spoletino, ha ricevuto il premio come spettacolo più gradito dal pubblico e la nomination come migliore spettacolo in concorso alla 9° edizione del Rassegna Nazionale di Teatro "Premio Stella d'oro" di Allerona ed il premio per il miglior spettacolo assegnato dal pubblico al Bravo Teatro Festiva 2005 organizzato dalla UILT Umbria presso il Teatro Subasio di Spello e nel 2007 ha vinto il 1° premio alla "Rassegna Nazionale del Teatro Dialettale" di Spoleto ed ha ricevuto una menzione speciale al Calatiafestival di Maddaloni (Ce), nel 2008 ha partecipato al "Torre d'Oro Festival Nazionale del Teatro Comico" di Vico Equense (Na), nel 2010 ha partecipato al "Festival del teatro amatoriale Città di Terni" vincendo il 1° premio per migliore spettacolo presentato, nel 2011 è risultato finalista alla 6° edizione del "Festival Nazionale di Teatro amatoriale Paolo Dego" Premio Città di Ponte nelle Alpi.

Sulla rivista UILT "Scena", Claudio Trionfi ha scritto di questo spettacolo: "Tocca Ringrazià Ziu" scritto e diretto da Gianfrancesco Marignoli, scrivere in dialetto non significa scrivere male o in maniera banale e Marignoli lo ha dimostrato presentando un testo che con garbo e amara ironia sa cogliere quegli aspetti mediocri che hanno caratterizzato un'Italia lontana nel tempo (ma è poi davvero cambiato qualcosa da allora?). La freschezza del linguaggio, che è divertente e mordace senza mai scadere nel volgare, la qualità indubbia di quasi tutti gli attori, i costumi appropriati e la scenografia semplice ma efficace, hanno conquistato il pubblico che si è molto divertito.

 

foto della rappresentazione del 06/11/2004 al Teatro Caio Melisso - Spoleto

 
 
     
     
  Alcuni dei nostri spettacoli  
Syndicate    
     
     
  Le Compagnie Amiche  
Syndicate    
     
     
 

p>

 
 
     
Copyright Compagnia Teatrale La Maschera - Spoleto - 2012-2014   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2017 by DotNetNuke Corporation